venerdì 15 dicembre 2017
  Home arrow Gruppi arrow Animazione Liturgica arrow Ministri istituiti arrow Ministri str. dell'Eucarestia
Menu principale
Home
Liturgia del giorno
Parrocchia
Missionari CPPS
Cons. Pastorale
Gruppi
InformaParrocchia
Foto & Video
Cerca
Links
News
Documenti
Approfondimenti
Contattaci
Amministrazione
papa Francesco




Karibuni

Link a Karibuni

PDF Stampa E-mail
Ministri Straordinari dell'Eucarestia

Da qualche anno si sente sempre più frequentemente parlare di “ministero straordinario dell’Eucaristia”, ancorché nel parlare comune non si sia ancora ben chiarita la sua identità ed i relativi contorni giuridici e liturgici che caratterizzano tale figura. Chi è allora il ministro straordinario dell’Eucaristia?
In cosa consiste la sua “straordinarietà”? Quali le sue competenze?
Il “ministro straordinario dell’Eucarestia” è stato già a suo tempo puntualmente definito dall’istruzione Immensae Caritatis del 1973, come “il battezzato e cresimato adulto, uomo o donna, incaricato della distribuzione del pane eucaristico, sia durante che fuori dalla celebrazione della Messa” . E’ importante sottolineare il “salto di qualità” compiuto con questo documento; basti pensare infatti che con il vecchio Codice di Diritto Canonico (1917) al laico era addirittura proibito toccare i vasi con le specie consacrate.
L’istruzione Immensae Caritatis afferma che il ministero straordinario della Comunione è un fedele laico il quale, debitamente preparato, si deve distinguere per la vita cristiana, la fede e la condotta. Dovrà coltivare la pietà verso la Santissima Eucaristia, nonché essere testimone di Cristo per gli altri fedeli (ciò che viene definito come “vita eucaristica).
Ciò da una parte evidenzia il legame che deve esistere tra la comunità cristiana e il ministro, dall’altro sottolinea come la distribuzione della Comunione non è un semplice gesto liturgico, ancorché ricco di significato, bensì il contributo all’edificazione della Chiesa con tutti i fedeli, soprattutto gli anziani e gli ammalati, destinatari in primis della grazia dell’istituzione del ministro della Comunione .
Prima di passare in rassegna le facoltà (non di diritti trattasi) concesse al ministro, è bene partire da una precisazione. La dizione “ministro straordinario della Comunione” potrebbe trarre in inganno, il caposaldo di questo ministero è infatti la distribuzione dell’Eucaristia e non già la consacrazione che rimane compito esclusivo del presbitero. Una definizione meno equivoca in questo senso, potrebbe essere allora “ministro straordinario della distribuzione della Comunione”, descrivendo così più chiaramente i contorni dell’incarico attribuito. Il fedele scelto per questo servizio alla Chiesa, riceve un apposito mandato da parte dell’Ordinario del luogo di residenza con il quale ha facoltà di distribuire l’Eucaristia agli altri fedeli e di portarla ad infermi ed ammalati presso il loro domicilio. Il mandato conferito, ha una durata variabile a seconda dei casi, che va dai tre ai cinque anni, ed il ministro è autorizzato a compiere questo servizio solamente nell’ambito territoriale della parrocchia d’appartenenza.
Il ministro straordinario della Comunione ha quindi facoltà di (in ordine d’importanza):
  1. Portare la Santa Comunione al domicilio di anziani, ammalati ed infermi impossibilitati a recarsi in Chiesa. E’ questo lo scopo principale che ha spinto all’istituzione di questo ministero! Portare Gesù a coloro che hanno più bisogno di lui in modo particolare nei giorni festivi ed in contiguità con le celebrazioni liturgiche in modo da creare veramente il senso della “comunità celebrante” con tutti i fedeli anche anziani ed ammalati.

  2. Distribuire la Comunione durante la S. Messa.

  3. Distribuire la Comunione al di fuori della S. Messa in chiesa o in un oratorio in cui sia conservata l’Eucaristia.

  4. Esporre pubblicamente all’adorazione dei fedeli la Santissima Eucaristia nell’ostensorio o deponendo la pisside sull’altare e ricollocandola al termine nuovamente nel tabernacolo.

Nella nostra Parrocchia i Ministri Straordinari dell'Eucaristia sono:

Elio MAGGI
Ersilia MORETTI
Filippo BURGASSI
Francesca AGUZZI
Gianna DOLFI
Giovanni COCCHI
Luciano BATAZZI
Piero SALARIS

 
< Prec.
2010 Parrocchia Preziosissimo Sangue - Firenze
Informazione - Sito svilupato con CMS Joomla! per Webmaster.