venerdì 15 dicembre 2017
  Home arrow Gruppi arrow Caritativa e servizi arrow Gr. Missionario - Caritas arrow Una lettera da Itigi
Menu principale
Home
Liturgia del giorno
Parrocchia
Missionari CPPS
Cons. Pastorale
Gruppi
InformaParrocchia
Foto & Video
Cerca
Links
News
Documenti
Approfondimenti
Contattaci
Amministrazione
papa Francesco




Karibuni

Link a Karibuni

Una lettera da Itigi PDF Stampa E-mail

Gentili Soci e Amici di Legnaia,

 
le attività portate avanti in Africa grazie al Progetto Tanzania continuano a dare risultati concreti.
La scorsa stagione, nei campi sperimentali presso l’ospedale San Gaspare di Itigi dei missionari CPPS, abbiamo svolto prove su differenti tecniche colturali e varietà; tra i vari risultati sono di rilievo le rese che siamo riusciti ad ottenere con una varietà tanzaniana di mais non ibrida, il cui raccolto può quindi essere riutilizzato come seme per l’anno successivo.
     Questa si è dimostrata particolarmente resistente e adatta alla zona e ha fornito rese doppie rispetto alle varietà locali comunemente coltivate in quell’area, pur adottando le medesime tecniche colturali. L’interesse della popolazione al progetto è subito aumentata, le persone vengono a chiedere informazioni sulle varietà e sulle tecniche agronomiche che stiamo valutando e le indicazioni che ricevono si diffondono di villaggio in villaggio.
Durante questa stagione (iniziata da circa un mese con le prime piogge) oltre alle sperimentazioni di cereali, legumi e altre piante alimentari, ci stiamo concentrando sull’utilizzo di vari tipi e dosi di concimi, organici ed inorganici. I risultati ci permetteranno di valutare la convenienza economica delle varie concimazioni e di promuovere nella zona quelle che possono garantire i maggiori vantaggi.
Nella stalla i tempi sono più lunghi rispetto a quelli dei campi coltivati, ma il miglioramento dell’alimentazione sta già portando incrementi di rilievo nella produzione di latte e quando si aggiungeranno i benefici dell’opera di miglioramento genetico che stiamo portando avanti i risultati potrebbero sorprenderci.
     L’impianto di Jatropha curcas per la produzione di biodiesel procede regolarmente ed entro pochi anni le giovani piante saranno in piena produzione; dai loro semi si ricava un olio combustile, che può essere utilizzato come alternativa ai combustibili fossili.
     Gli orti e i frutteti che erano già presenti nell’ospedale e nelle strutture ad esso collegate stanno migliorando le proprie produzioni, sia in termini qualitativi che quantitativi, il tutto dovuto principalmente all’introduzione di pratiche colturali adeguate. Un orto realizzato ex novo, oltre a rappresentare un modello fonte di spunti per il miglioramento degli orti locali, produce ortaggi in quantità, contribuendo positivamente alla vita dell’ospedale sia dal punto di vista della qualità dell’alimentazione che del risparmio.Infine l’ultima attività avviata dal progetto, la cantina di Miyuji a Dodoma: ormai la nuova struttura è completa e le lastre di acciaio inox alimentare, partite qualche mese fa da Sesto Fiorentino, che serviranno alla costruzione dei tini, sono arrivate in loco.
La cantina sta già lavorando l’uva prodotta dai contadini sparsi tra le alture attorno a Dodoma e commercializza diverse tipologie di vini bianchi e rossi.
Con i nuovi mezzi a disposizione sarà ampliata la produzione e migliorata la qualità, generando un notevole indotto per la zona.
I lavori proseguono con grande attenzione alla realtà locale.
 
Nuove idee e tecniche innovative vengono messe in pratica in campi, orti e frutteti, nella stalla e in cantina. Tutto viene valutato con rigore scientifico insieme agli agronomi della Cooperativa e ai docenti della Facoltà di agraria di Firenze, considerando aspetti positivi e negativi, costi e benefici. 
Le tecniche vengono poi migliorate, adattate alle varie situazioni ed infine promosse e diffuse nelle comunità.
 
È un lungo lavoro, ma la strada intrapresa sta dando i primi risultati, altri arriveranno a breve, mentre altri ancora, forse i più importanti, si potranno vedere solo tra anni.
Ringraziando per il sostegno dato al Progetto, porgo a tutti Voi imigliori Auguri per un felice Anno Nuovo.                                      
 Itigi, 9 Dicembre 2010 - Dalla Tanzania, per la Cooperativa  Agricola di Legnaia, GabrieleManeo (Laureato in agricoltura tropicale)
 
< Prec.
2010 Parrocchia Preziosissimo Sangue - Firenze
Informazione - Sito svilupato con CMS Joomla! per Webmaster.